Lab 70

La storia della band

Le origini di questa band risalgono alla fine del '95 in occasione di alcune serate organizzate per il “Telethon”. La prospettiva di suonare in questo evento sarà l'occasione  per un chitarrista ed un percussionista di riprendere la passione musicale delle esperienze degli anni '70 (70) e di formare una rock-band tributo iniziando con una semplice formazione a due con un repertorio sia acustico che elettrico ad impostazione di intrattenimento nel quale verranno inseriti alcuni brani dei Pink Floyd. Nel '97, proprio in una di queste occasioni, vengono affiancati da un bravo tastierista appassionato di sintetizzatori. Inevitabile la nascita di un trio al quale mancherà di li a breve il "quarto elemento". Tra ricerche e continui studi sulla possibilità di formare un tributo Pink Floyd si arriva a completare la band con il batterista soltanto nel 1998. Da questo punto in poi, a scopo di assestamento, la band si rivoluzionerà spesso e con diverse sostituzioni fino ad arrivare ad una formazione ideale.

Il lavoro da "Laboratorio" (LAB) inizia proprio nel triennio che va dal 1998 al 2001, anno in cui la band "crea" effettivamente suoni ed atmosfere appropriate al fine di assemblare alcuni brani più famosi dei Pink Floyd partendo dalle atmosfere di "Shine on you crazy diamond", "Wish you were here" e completando la prima scaletta con l'intero album "The dark side of the moon", il tutto grazie alla stretta collaborazione tra il chitarrista ed il tastierista incentivati dall'entusiasmo di tutto il resto della band. La particolarità di questo connubio sarà il continuo studio "scientifico" degli effetti e sequenze "guida" per la musica dei Pink Floyd allo scopo di creare un'originale ed attenta esecuzione dal vivo sfruttando al massimo la strumentazione disponibile di quel momento avvalendosi di particolari tecniche di pre-programmazione sequenziale. 

Il 2002 è l'anno in cui la band confezionerà più di 20 concerti nei locali di Roma. Ci saranno comunque via via diversi assestamenti a seguire nel tempo fino ad arrivare al 2006 momento in cui il LAB70 si rinnova adottando uno stile di esecuzione diverso con l'entrata di nuovi musicisti rispettando comunque, nel limite del possibile, l'impronta del sound PinkFloydiano.

 

Dove sono

Roma

Contatta la Band

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

Video

Consiglia il portale ai tuoi amici su facebook, clicca mi piace

Consiglia il portale ai tuoi amici su google+ clicca g+1